Marketing e social network, un binomio inscindibile

marketingIl marketing sui social network sta diventando una voce di spesa importante per molte aziende, attualmente rappresenta la nuova frontiera del commercio. La settimana scorsa questo articolo comparso su TTG Italia affrontava il problema della ridondanza di comunicazione all’interno dei social network, dove chiunque può potenzialmente fare marketing e diffondere proprie inserzioni pubblicitarie. Il risultato è un’accozzaglia di contenuti all’interno della quale se tutti parlano, nessuno parla. È vero che il marketing non è solo tutto su Facebook e Twitter, come spiega l’autore dell’articolo, e che forse non è il caso di perdere troppo tempo lì sopra a fronte di risicati guadagni, secondo l’autore.

Ma è anche vero che il marketing è anche su social network e che fondamentalmente c’è un problema di strategia. Perché buttare contenuti a raffica sui social non fa altro che aumentare la ridondanza, e allora sì che è inutile. Quello che serve è un piano di comunicazione e una persona in grado di metterlo in pratica. Pubblicare inserzioni nei ritagli di tempo, in attesa che qualche cliente entri nella nostra agenzia di viaggio, difficilmente porterà a risultati significativi. Perciò la scelta è molto semplice: o la comunicazione si fa bene, oppure non si fa per niente. Come tutte le cose, del resto.

Nella nostra esperienza abbiamo assistito a diversi casi nei quali il mezzo Facebook (o Twitter) veniva accusato di essere inutile se non addirittura controproducente perché portava via tempo ad altri lavori “più utili”. Eppure in molti si sono ricreduti quando, con un’apposita strategia applicata all’uso di questi mezzi, si sono visti i primi risultati in termini di guadagno. Basta avere un po’ di pazienza e affidare la comunicazione a chi lo fa di mestiere e, soprattutto, ha il tempo di pianificarla e attuarla. Prima di aprire una pagina Facebook e “vedere cosa succede” forse è il caso di chiedersi: siamo in grado di gestirla? E se la risposta è no esistono due alternative: lasciar perdere o farlo fare a un professionista. Anche perché la comunicazione non è tutta rose e fiori, e potrebbe capitare di trovarsi davanti a situazioni di questo genere che richiedono un impegno molto elevato (in tempo e risorse) per la gestione, fondamentale per il marketing. Affidarsi a un professionista non equivale sempre a spendere migliaia e migliaia di euro, a volte basta veramente poco per avere una pagina Facebook o un account Twitter con i fiocchi, in grado di portare guadagni.

Copertina: corriereuniv.it
Foto: synergism.com

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...